Victory

Victory è il progetto Madre. Nata per concludere i miei studi universitari ed espressione della mia passione, ovvero il DESIGN FOR ALL. 

Victory is the Mother Project. Born to conclude my university studies and an expression of my passion, namely DESIGN FOR ALL. 

Andrea Maggiarra Victory.jpg

Victory-Progettazione di una sedia per anziani con problemi di movimento

L’invecchiamento della popolazione è un fenomeno che non può più essere ignorato. L'approccio a mio avviso migliore è quello Attivo. Per far si che un anziano abbia un invecchiamento attivo non bisogna immergerlo nella tecnologia, poiché la muscolatura di una persona anziana è portata negli anni a perdere di tono e forza, sicuramente spingerlo ad effettuare un movimento aiuta la sua massa muscolare ad avere un declino più lento.

Le maggiori problematiche che riscontriamo sono:

- Scarsa mobilità oltre i 70 anni;

-Le poltrone in commercio che permettono all’anziano di alzarsi sono elettriche ed hanno delle dimensioni molto grandi, oltre ad essere pesanti, quindi difficili da spostare; 

-Sono dei prodotti discriminatori.

Con il passar del tempo non alzandosi da soli i muscoli delle gambe e delle braccia si atrofizzano più velocemente.

Il mio intento progettuale ha un approccio al design for all cioè realizzare un prodotto di Design che sia utilizzabile da tutti  e che quindi non sia  DISCRIMINATORIO.

Victory risolve i problemi poc’anzi elencati, ha infatti un piano basculante che grazie a due cerniere poste sotto la seduta permette al piano di ruotare. Ha una sistema di ammortizzamento che permette la seduta in modo graduale e nel momento dell'alzata dà una spinta iniziale per facilitare l’innalzamento.

Tramite una spinta iniziale i braccioli permettono al piano di basculare facendo si che l’innalzamento si effettui in modo naturale. Le maniglie hanno un inclinazione verso l’alto in modo tale che nel massimo momento di rotazione si posizionano in  orizzontale e grazie a degli inserti garantisce una presa solida e antiscivolo. Victory ha un peso di 6 kg ciò significa che può essere spostata facilmente e utilizzata in diverse zone della casa.

Poichè i braccioli si trovano sopra la seduta e non sopra i montanti esterni ho pensato di allargare i braccioli con una curva in modo tale da permettere diversi movimenti quando si è seduti.

Dato che la seduta compie un movimento di rotazione in avanti bisogna evitare il ribaltamento e per questo motivo è stata progettata una curva nella base del montante.

Inoltre ha degli accessori come il cuscino della seduta rimovibili, che ne permette il lavaggio o la sostituzione per usura.

Victory bracciolo.png

My design intent has a design-for-all approach, that is, to create a design product that can be used by everyone and is therefore not DISCRIMINATORY.

Victory solves the problems listed above, it has a tilting top which, thanks to two hinges placed under the seat, allows the top to rotate. It has a shock-absorbing system that allows the seat to be raised gradually and at the moment of raising it gives an initial push to facilitate raising.

By means of an initial push, the armrests allow the top to pivot so that raising is done naturally. The handles have an upward tilt so that at the maximum moment of rotation they are positioned horizontally, and inserts ensure a firm, non-slip grip. Victory has a weight of 6 kg which means it can be moved easily and used in different areas of the house.

Since the armrests are above the seat and not above the outer uprights, I thought of widening the armrests with a curve so as to allow for different movements when sitting.

Since the seat makes a forward rotational movement, it is necessary to avoid tipping over, which is why a curve was designed into the base of the upright.

It also has accessories such as a removable seat cushion, which allows it to be washed or replaced due to wear and tear.

nonna.jpg
Victory.png

Victory-Design of a chair for elderly people with mobility problems

The ageing of the population is a phenomenon that can no longer be ignored. The best approach in my opinion is the Active approach. In order for an elderly person to have active ageing, one should not immerse him in technology, as an elderly person's musculature is prone over the years to lose tone and strength, certainly pushing him to exercise helps his muscle mass to decline more slowly.

The major problems we encounter are:

Poor mobility over the age of 70; The chairs on the market that allow the elderly person to stand up, but they are electric and have very large dimensions, as well as being heavy, so they are difficult to move; They are discriminating products; As time goes by, not being able to stand up on their own, the leg and arm muscles atrophy faster.